Elezioni politiche 2018. Voto domiciliare elettori affetti da infermità che ne rendano impossibile l'allontamento dall'abitazione

In occasione dello svolgimento delle Elezioni Politiche del 4 marzo 2018, le elettrici e gli elettori impossibilitati a recarsi al seggio elettorale perché gravemente ammalati o perché si trovano in condizioni di dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali, possono esercitare il proprio diritto di voto presso l’abitazione in cui dimorano.

Per esercitare tale diritto, pertanto, tra il 40° ed il 20° giorno precedente la consultazione referendaria (da martedì 23 gennaio a lunedì 12 febbraio), gli elettori interessati dovranno inviare, al Comune nelle cui liste risultano iscritti, una dichiarazione in cui si manifesta la volontà di votare presso la propria abitazione. Alla domanda dovranno essere allegati la tessera elettorale ed idonea certificazione medica rilasciata da un funzionario medico designato dagli organi dell'azienda sanitaria locale, attestante lo stato di grave infermità fisica o la dipendenza continuativa e vitale da apparecchiature elettromedicali che impedisce di recarsi al seggio. In particolare il ceritifcato medico, per non indurre incertezze, dovrà riprodurre l'esatta formulazione normativa di cui all'art. 1 del D.L. 1/2006 convertito con modificazioni dalla L. 22/2006 e sucecssivamente modificato con L. 46/2009.

In ogni caso il termine del 12 febbraio, in un'ottica di garanzia del diritto di voto costituzionalmente garantito, è da considerarsi avere carattere ordinatorio, compatibilmente con le esigenze organizzative del comune.

Disponibile in allegato il modello di domanda.

(Ufficio Elettorale Comunale - 23 gennaio 2018)

Gallery

DOCUMENTI ALLEGATI